3D MAX - EVOLUTION 3D " RENDERING - PROTOTIPAZIONE RAPIDA - STAMPA 3D - DRONI - ARCHEOLOGIA VIRTUALE - APP"

Vai ai contenuti

Menu principale:

3D MAX

CORSI FORMAZIONE > SCEGLI IL TUO CORSO
Il programma del corso di 3D studio max

Il programma del corso di 3D studio max

400,00 € Aggiungi

Il programma del corso di 3D studio max
(24 ore)




CORSO BASILARE DI 3DS MAX E RENDERING ( VRAY PLUG-IN)
Il corso, della durata complessiva di n° 24 ore, si articola in due distinte sezioni didattiche, al fine di fornire un utile e valido input di partenza ed una discreta padronanza nella gestione delle dinamiche che riguardano la sfera della computer grafica, ed in modo particolare:
- La modellazione solida (3D).
- Il rendering.
Presentiamo di seguito il programma che si articolerà in due moduli distinti:

PRIMO MODULO (modellazione tridimensionale):- Presentazione di 3ds Max 2018 e specifiche del software.- Spiegazione funzionalità del programma: impostazione e configurazione del layout delle finestre, comandi di selezione manuale e dinamica, zoom, raggruppamento, impostazione unità di misura, funzione del pannello dei comandi (Comand Panel).Importazione ed esportazione delle geometrie da e per il software 3d Studio Max.- Illustrazione comandi di trasformazione (ruota, scala, sposta), di riflessione oggetti, degli interrutori di puntamento (Snap), copia ed istanza degli oggetti, serie (Array), strumento spaziatura (Spacing Tools).- Creazione di oggetti in 3D semplici con utilizzo di primitive standard ed avanzate.- Creazione di modelli in 3D compositi attraverso l'utilizzo del modificatore Editable Poly.- Utilizzo delle funzioni boleane per unire o sottrarre gli oggetti, ed estruderli lungo un percorso stabilito (Bolean, Pro-bolean, Loft).- Creazione di forme (Shape) attraverso le più note tecniche con Spline e definizione di sezioni unite con la funzione Cross Action e Surface.- Introduzione al concetto delle Lines renderizzabili.- Introduzione all'uso dei modificatori del Comand Panel per la creazione di geometrie più complesse: Bend e Taper per le torsioni delle geometrie;  Noise per la creazione di superfici ruvide oppure ondulate; Free Form Deform per la realizzazione di forme complesse e libere, tecniche di suddivisione delle superfici ed introduzione del modificatore fisico Displacement per la creazione di superfici in rilievo (murature in mattoni e pietra), modificatore Optimize per ottimizzare il numero complessivo dei poligoni ed alleggerire il peso di una geometria solida.- Spiegazione sulle funzionalità del Garment Maker e Cloth object, per la creazione dei panneggi in tessuto.- Introduzione ad alcune plug-in per la realizzazione delle pavimentazioni in parquet o mattonelle.- Introduzione al concetto di mappatura delle superfici attraverso il modificatore UVW Map.

SECONDO MODULO (rendering):- Introduzione al concetto del rendering ed alla virtualizzazione degli spazi architettonici, ai suoi molteplici vantaggi.- Focalizzazione sul work flow per un corretto instradamento metodico nella realizzazione del rendering: illustrazione delle fasi di lavoro per l'ottenimento di un risultato foto realistico nel più breve tempo possibile.- Illustrazione del pannello dei comandi della nota plug-in 'Vray' della Chaos Group- Impostazione e caratteristiche della Phisical Camera.- Concetti di visualizzazione fotografica ed esposizione dell'immagine.- Impostazione illuminotecnica: tipologia delle luci e descrizione delle caratteristiche.- Spiegazione delle impostazioni e dei settaggi di rendering del pannello Render Setup per una resa a bassa risoluzione fotografica.- Realizzazione di un set fotografico di un semplice oggetto, attraverso la tecnica del rendering da studio ed introduzione del concetto della resa in tempo reale (Rendering in Real Time).- Creazione dei materiali: illustrazione dell'editor dei materiali e delle sue funzioni più importanti , spiegazione degli shader materici a disposizione e loro utilizzo (dai materiali standard già a disposizione alla creazione di uno nuovo); tipologia di materiale (opaco, lucido, trasparente, glossato, semitrasparente, levigato, ruvido) con la spiegazione dei parametri, ad esso concernenti, di riflessione, rifrazione, rilievo (Bump) e scostamento (Dsplacement).- Assegnazione di un materiale: semplice ed attraverso la tecnica del sub-oggetto.- Spiegazione degli shader dei materiali standard (Noise, Blend, Cellular, Smoke, Gradient, Gradient Ramp, Substance Map), degli shader di Vray più utilizzati (Vray Car Paint, Vray Blend Material, Vray 2 Sided Material, Vray Light Material)- Impostazione di uno sfondo con la tecnica dello shader di Vray HDRI e settaggi di esposizione fotografica.- Spiegazione delle impostazioni e dei settaggi di rendering del pannello Render Setup per una resa fotografica ad alta risoluzione e formati di salvataggio dell'immagine.- Tecniche di gestione delle geometrie complesse e di file pesanti attraverso la funzione del comando Vray Mesh Export con la creazione di elementi Proxy.- Illustrazione basilare dei concetti di animazione ed introduzione ai formati di salvataggio dei video.

Docente:
Corso tenuto da Moreno Panaroni

Presentazione gratuita corso lunedì 3 settembre ore 17.00, presso sede EVOLUTION 3D
Siete pregati di conttattare il seguente numero 3355434439

Frequenza
orario 17.00 - 19.00 lunedì - mercoledì - venerdì

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu